Enjoy a terrace level. Spend the day at the coast and in the evening made ​​pamper " Ravello Festival "

https://app.reservio.com/#/calendar/agendaWeek/today/0/0/0/0

Galleria foto: la Torre del sogno

la storia della Torre del Sogno

Beh, per raccontare in breve la storia di Palazzo Torre del Sogno, mi è comodo partire dalla divertente esclamazione o intercalare che ancora oggi si può sentire in costiera:  " l'acqua ne purtaje Majùr" proferita con compiacenza da chi ... già allegrotto, tiene a giustificare la 'convenienza' del vino contro i danni che può causare l'acqua. E l'allegrotto fa riferimento ai danni che l'acqua realmente arrecò a Maiori il 24 Ottobre 1910, quando un violendo nubifragio causò vittime ed ingenti danni ad abitazioni, strade e terreni. Fu allora che mio nonno Achille Benigno (1879-1966) che viveva ed abitava a Vècite frazione di Maiori, persa irrimediabilmente la propria casa, trasferì la famiglia in un piccolo locale attorniato da un pò di terreno in via san Martino a Ravello. Anzi 'ngoppa a santu Martino. Il locale con il terreno erano stati ereditati da mia nonna Carmina Maltese (1881-1968). Era il 1910 e partendo dalla "stanzetta" di nonna Carmina che corrisponde all'attuale cucina con forno a legna sita al primo piano del palazzo, nonno Achille ci edificò un palazzo intorno e ci "schiaffò" sopra la Torre. Era il 1924.

Torre del Sogno è la felice e sentita denominazione che nonno Achille dette alla Torre posta in cima al palazzo in stile Liberty. Il silenzio innaturale, la bellezza e la spazialità del panorama sono effettivamente ... da Sogno. 

gentile concessione di Salvatore Cinquegrana e Carmen Benigno

E' con piacere che presento i personaggi della storia di Palazzo Torre del Sogno riportando una singolare foto scattata il 1954 in occasione del matrimonio di zia Elisa con Peppino Avolio. Singolare perchè, ch'io sappia, unica a vedere insieme lì presenti tutti i protagonisti ed i 'comprimari' di Palazzo Torre del Sogno: nonna Achille e nonna Carmina Maltese insieme ai loro dieci figli con le loro mogli e mariti e la totalità dei nipoti all'epoca tranne mia sorella Carmina ed il sottoscritto.

Una immagine che invece vede anche mia sorella ed il sottoscritto, è quella scattata da mio padre sulla scala che porta al patio della casa. Scala importante, storica e piena di significati per noi Benigno al pari della Torre e tale da dare ancora oggi vive emozioni nello scenderla.

Nella foto, scattata il 10 Agosto 1955 in occasione delle nozze d'oro di nonno Achille e nonna Carmina, sono presenti molti dei dieci figli (mio padre, come detto, è dietro la sua macchina fotografica zeiss a soffietto)

Come finale di questa breve storia di Palazzo Torre del Sogno, riporto l'immagine di un documento, una scrittura privata, nella quale i figli di nonnno Achille manifestano la volontà di non disperdere l'eredità di Palazzo Torre del Sogno provando a rispondere ad un desiderio di nonno Achille che avrebbe voluto che il Palazzo rimanesse :"di tutti e di nessuno". E' comunque un documento eccezionale, unico a mia conoscenza, in cui sono riportate le firme di tutti i dieci Benigno protagonisti dell'origine e della 'prima' storia di Palazzo Torre del Sogno.   

Ai fortunati attuali proprietari del Palazzo, il prosieguo della storia. 

firmato

(Achille con cappotto e cappello come quelli di nonno Achille)